SANDBOXIE SU WINDOWS 8

Sandboxie esegue i programmi in uno spazio isolato che impedisce loro di apportare modifiche permanenti ad altri programmi e dati nel computer.

Le frecce rosse indicano le modifiche derivanti da un programma in esecuzione nel computer. La casella del disco rigido (senza sandbox) mostra i cambiamenti di un programma in normale  esecuzione. La casella del disco rigido (con sandbox) mostra i cambiamenti da un programma in esecuzione in Sandboxie. L’animazione illustra che Sandboxie è in grado di intercettare le modifiche e isolarli all’interno di una sandbox, raffigurato come un rettangolo giallo. Essa illustra anche che il raggruppamento delle modifiche insieme e  rende facile  eliminarli tutti in una volta.

Vantaggi della Sandbox isolata

Secure Web Browsing: Eseguire il browser Web sotto la protezione di Sandboxie significa che tutti i software maligni scaricati dal browser è intrappolato nella sandbox e possono essere facilmente bloccati.

Privacy Avanzata: cronologia, i cookie, i file temporanei e la cache raccolti durante la navigazione Web vanno nella sandbox e non in Windows.

Secure E-mail: virus e altri software dannosi che possono essere nascosti in una e-mail sono congelati dalla sandbox e non possono infettare il vostro sistema operativo.

Previene in Windows, con l’installazione di sandboxie, danni al sistema operativo.

Clicca QUI per scaricare il programma gratuito.

Articolo di Yankee

 

Add to orkut

ELIMINARE IL DRM NELL’ AUDIO CON I SOFTWARE

Con Digital Rights Management (DRM), il cui significato letterale è “gestione dei diritti digitali”, si intendono i sistemi tecnologici mediante i quali i titolari di diritto d’autore (e dei cosiddetti diritti connessi) possono esercitare ed amministrare tali diritti nell’ambiente digitale, grazie alla possibilità di rendere protette, identificabili e tracciabili le opere di cui sono autori.

I DRM sono spesso chiamati “filigrana digitale”, in quanto le informazioni nascoste che vengono aggiunte ai file hanno lo scopo di regolamentarne l’utilizzo, come la filigrana delle banconote che ne impedisce la falsificazione.

Tramite i DRM, i file audio o video vengono codificati e criptati in modo da garantire una più difficile diffusione, impedimenti all’utenza e consentirne un utilizzo:

    limitato (ad esempio solo per determinati periodi di tempo o per determinate destinazioni d’uso);
    predefinito nella licenza d’accesso fornita (separatamente) agli utenti finali.

I file così prodotti portano con sé le diciture di copyright, e possono essere arricchiti con altre informazioni, come immagini, biografia degli autori, collegamenti, ecc. L’accesso ai contenuti da parte degli utenti finali avviene secondo procedure di profilazione e autenticazione che permettono di distribuire i file richiesti nelle modalità previste dalla licenza sottoscritta dall’utente.

L’attivazione di un codice seriale, che corrisponde al costo di licenza, era una modalità di difesa del diritto d’autore, più facile da violare rispetto ai sistemi di DRM. La validazione del codice può avvenire direttamente sul computer oppure con un collegamento ad Internet al sito del produttore; per molti programmi esistono dei keygen, categoria di programmi che generano un seriale valido per sbloccare altri software. Dall’esame di molti seriali di un dato prodotto, si riusciva interpolare e ricostruire l’algoritmo di generazione dei codici, tenuto segreto dal produttore. Ma con questi programmini il drm bye bye.

 

http://www.drwatch.com

http://www.freedom-to-tinker.com

Articolo di Bravo

Add to orkut